AIGOC Associazione Italiana Ginecologi Ostetrici Cattolici

Vita e famiglia: il contributo dei ginecologi cattolici

Il professor Giuseppe Noia parla dell'Associazione Italiana Ginecologi e Ostetrici Cattolici, di cui è presidente.

Tratto da Zenit.org del 28 Dicembre 2014

prof. Giuseppe Noia“Una società che ammicca costantemente al relativismo etico ed è indifferente al destino dell’uomo porta inevitabilmente alla cecità dell’anima”. È la constatazione di questo impietoso scenario che ha spinto un gruppo di medici - impegnati nell’ambito della tutela della salute della donna e della vita nascente - a riunirsi nella Associazione Italiana Ginecologi e Ostetrici Cattolici (Aigoc), al fine di “invertire questa realtà” veicolando “i valori più belli” come “il dono della vita, la giustizia, la libertà di coscienza, la solidarietà e la verità sull’uomo”. Il 12 dicembre scorso presso il Policlinico “Gemelli” l’Aigoc ha tenuto un seminario con l’intento di esprimere “le sinergie per una grande strategia in favore della vita e della famiglia”. Di questo tema, nel giorno in cui la Chiesa invita a contemplare la Sacra Famiglia di Nazareth, ne parla a ZENIT il prof. Giuseppe Noia, presidente dell’Aigoc.

Leggi tutto...

Difendo il diritto alla vita di tutti i feti

giuseppe noiaIntervista al prof. Giuseppe Noia.

(da un’ articolo di Grazia Garlando)
 “Spesso la donna che pensa all’interruzione di gravidanza è piena di dubbi e paure in merito ai rischi cui crede di andare inevitabilmente incontro” spiega Giuseppe Noia, Presidente dell’Associazione Italiana Ginecologi e Ostetrici Cattolici (A.I.G.O.C.).

Leggi tutto...

Ginecologi cattolici sulle strategie per la vita

Ginecologi cattolici sulle strategie per la vitaL’aula Vito del Policlinico Gemelli di Roma ospiterà domani mattina il convegno dell’Associazione Italiana Ginecologi Ostetrici Cattolici (A.I.G.O.C.) sulle “sinergie per una grande strategia in favore della vita e della famiglia”. Intervengono a partire dalle 8.30 i vescovi Claudio Giuliodori, assisitente generale dell’Università Cattolica, e Domenico Sigalini, di Palestrina, cui seguiranno gli interventi di Giovani Scambia, Andrea Salvati, Valerio Luterotti, Giuseppe Noia, Filippo Maria Boscia, Domenico Simeone, Angelo Francesco Filardo, Matteo Bertelli, Giacomo Rocchi, Antonio Oriente e Joseph Meaney

Leggi tutto...

Una Vita lunga mezz’ora “Ma ne è valsa la pena”

Giuseppe Noia, presidente dei ginecologi cattolici, racconta la lezione di Emanuele ai genitori e ai medici.

trisomia 13Nella biblioteca del “Dipartimento Tutela salute della donna e della vita nascente, del bambino e dell’adolescente”
eravamo in 13: ginecologi, neonatologi, bioeticisti, ostetriche, specializzandi, responsabili della sala parto, riuniti per parlare di Emanuele, il bimbo con Trisomia 13, che di lì a pochi giorni avrebbe visto la luce. Tredici persone per un bambino con Trisomia 13, quasi auna cabala. Il grembo materno e paterno lo aveva comunque accolto, pur nella sua diversità numerica di cromosomi e pur nella consapevolezza che la diagnosi connotava una storia naturale infausta, di un bimbo che, purtroppo, sarebbe stato incompatibile con la vita (…)

Leggi tutto...

25 luglio 2014, Anniversario dell'Humanae Vitae

In occasione dell’anniversario dell’enciclica scritta da pap Paolo VI e pubblicata il 25 luglio 1968.
 
25 luglio 2014, Anniversario dell'Humanae Vitae« Noi portiamo il peso dell'umanità presente e futura. Bisogna pur comprendere che, se l'uomo accetta di dissociare nell'amore il piacere dalla procreazione (e certamente oggi lo si può dissociare facilmente), se dunque si può prendere a parte il piacere, come si prende una tazza di caffè, se la donna sistemando un apparecchio o prendendo ‘una medicina’ diventa per l'uomo un oggetto, uno strumento, al di fuori della spontaneità, delle tenerezze e delle delicatezze dell'amore, allora non si comprende perché questo modo di procedere (consentito nel matrimonio) sia proibito fuori dal matrimonio. La Chiesa di Cristo, che noi rappresentiamo su questa terra, se cessasse di subordinare il piacere all'amore e l'amore alla procreazione, favorirebbe una snaturazione erotica dell'umanità, che avrebbe per legge soltanto il piacere. »

Leggi tutto...

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Utilizzando questo sito acconsenti il loro utilizzo!